Recensioni

Una Sirena a Parigi di Mathias Malzieu

1 Settembre 2020


Buongiorno cari lettori!

E’ quasi emozionante riprendere a scrivere recensioni! Mi sembra un secolo!!!

Come ve la passate? Avete trascorso una buona estate? Spero di sì!

Incrociamo le dita per questo Settembre e per i prossimi mesi, armiamoci di buoni propositi e di energia nuova e partiamo!!!

Non vorrei iniziare questa recensione con un tasto dolente ma, lo sapete, non posso non essere onesta con voi.

Di questo autore ho letto “La meccanica del cuore”

(trovate la recensione qui: https://bookspassion.it/?s=la+meccanica+del+cuore)

e “Il bacio più breve della storia”

trovate la recensione qui: https://bookspassion.it/il-bacio-piu-breve-della-storia-di/)

Come spesso succede, di un autore tutti abbiamo il nostro libro preferito, cioè quello che purtroppo oscurerà tutti gli altri e ne farà da metro di paragone. Perciò dopo “la meccanica del cuore” gli altri letti non mi sono sembrati all’altezza.

Ciò non significa che non vi consiglio questo romanzo, perché l’ho trovato molto tenero e delicato ma NON mi ha causato la classica “stilettata” al cuore.

Autore: Mathias Malzieu Pagine: 192
Feltrinelli
Pubblicato il 16 luglio 2020

Trama:

Una pioggia ininterrotta si abbatte su Parigi. È giugno del 2016 e la Senna è in piena; un’atmosfera apocalittica e surreale avvolge la città. I dispersi sono sempre più numerosi e il fiume trascina oggetti di ogni tipo. D’un tratto, un canto ammaliante e misterioso attira l’attenzione di Gaspard Snow che, incredulo, sotto un ponte scopre il corpo ferito e quasi esanime di una sirena. Decide di portarla a casa per prendersene cura e guarirla, ma ben presto tutto si rivela più complicato di quanto non sembri. La creatura gli spiega che chiunque ascolti la sua voce si innamora di lei perdutamente fino a morire, e nemmeno chi come Gaspard si crede immune all’amore può sfuggirle. Inoltre, come può un essere marino vivere a lungo lontano dall’oceano? Gaspard non si dà per vinto e trova nell’ingegno, nell’estro e nel potere dell’immaginazione gli strumenti per affrontare questa mirabile avventura e difendere un altro grande sogno: salvare il Flowerburger, il suo locale a bordo di un’imbarcazione, un regno di musica, arte e libera espressione.

Di questo libro mi è piaciuto il gusto della “possibilità”, quella che ti lascia credere di poter riuscire o ottenere qualcosa con la sola volontà senza essere sicuri del finale.

Ma ha anche il sapore della “seconda possibilità” ovvero quando crediamo che mai potremmo più innamorarci e scopriamo invece che il limite è solo dentro di noi, nascosto dietro la paura della eventuale sofferenza.

Bisogna rischiare, bisogna buttarsi, senza curarsi troppo delle conseguenze, perché se aspettiamo di avere un paracadute sicuro rimarremo sempre sul giglio ad aspettare il vento favorevole.

In questa storia sia Gaspard che Lula hanno quello che io chiamo “il blocco del cuore”. Entrambi hanno deciso che l’amore non fa per loro, perché non possono sopportare l’idea di donare se stessi a qualcuno per poi rimanere delusi. Ognuno di loro ha trovato il proprio equilibrio e quando si incontrano cercano di “resistersi”.

Lascio a voi adesso il compito di scoprire l’epilogo di questa favola moderna.

Da agosto, al cinema, trovate già il film tratto da questo romanzo, io lo recupererò presto.

Fatemi sapere se lo avete letto o vi ho incuriositi! A presto!!!

Buone Lettureeeeeeeeeeee

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com