Recensioni

Recensione “Un nido di terra per la donna cristallo” di Margaret Gaiottina

6 marzo 2012

Casa editrice: Mamma editori
Pagine: 318
Prezzo: 9,80


Buon giorno amici,
anche se sarebbe il caso di dirvi: Buon pranzo!!

Prima di dedicarmi al secondo pasto della giornata ho pensato di parlarvi al volo di questo romanzo.

Letto esattamente in due giorni, forsennatamente di notte.
Lo stile di Margaret non mi era ignoto e avevo scelto di leggerla proprio per questo.
Prosa asciutta e diretta, periodare breve e incisivo, questi sono i suoi tratti salienti di stile.

Il tema è sicuramente nuovo. Certo, ci sono elementi mitologici (vedi l’Ade come mondo ultraterreno) che sono dei punti fermi ormai nella letteratura, ma l’intreccio e l’idea sono sicuramente innovativi dati gli standard contemporanei del mondo Fantasy.

Trama:
Dorinda, meglio nota a tutti come Icy, è una agente finanziaria che lavora nella Crossbow. Durante un party del suo capo, viene esposta una coppa antichissima che lo stesso è riuscito ad acquistare. Questo manufatto è noto come: Coppa dell’immortalità e ha origini egizie antichissime. Ed è proprio a questa festa che Icy rischia di perdere la vita, infatti un celeberrimo ladro conosciuto come Kuja, si introduce nella sala di soppiatto per rubare la coppa ma quando vede l’agente di polizia che tiene Icy come scudo/ostaggio lui si blocca perchè non vuole che si faccia del male. Questo per lui è fatale, viene raggiunto da un colpo di pistola e muore.
Muore???
Beh… qui entra in gioco l’Ade, il destino e le strane combinazioni e leggi sul ritorno dall’ultraterreno.

I personaggi di questa strana storia sono quasi tragico-comici. C’è sempre il tema della morte che aleggia ma essi non riescono ad evitare battute piccate, spiritose e spesso pungenti.

C’è l’inevitabile attrazione tra i due personaggi principali ma le cose non sono affatto semplici.
Forse Icy risulta un po’ troppo abbacinata dal “lui” della situazione ma è comunque una donna che ha sofferto, che si è dovuta accollare il nominativo di “Fredda” e vuole in qualche modo riscattarsi da questa scomoda nomea.

I personaggi sono piuttosto variegati, ognuno di loro è particolare e inconsueto.

A parte qualche refuso, ho trovato questa lettura davvero interessante. Una ventata nuova.
Piacevole insomma.
Riconfermata la penna scorrevole ed emozionante di Margaret.

Consigliato?
Certamente!
E poi, avete visto che prezzo? 😉

Buona giornataaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa e buone letture!!!

You Might Also Like

5 Comments

  • Reply Anonimo 6 marzo 2012 at 13:24

    Appena comprato. L'ho letto e sinceramente non riuscivo staccarmi neanche a forza fino all'ultima pagina.
    Rapido, scorrevole appassionante.
    Consigliatissimo

  • Reply Corilù 6 marzo 2012 at 13:51

    Ho trovato questa recensione straordinariamente equilibrata. Il libro mi è arrivato ieri alle quattro, (vera odisse l'ho ordinato in CE, questi mi hanno detto la libreria vicina dove potevo trovarlo e allora me lo sono fatta portare da mia sorella) e ho fatto la notte per finirlo. Sì davvero nuovo, emozionante e piacevole. Per me è un 4 stellette piene e mezza. Quasi cinque.

  • Reply Estrie 6 marzo 2012 at 16:37

    Bella recensione. Sono d'accordo, in questo libro il tema della morte e della vita ballano insieme, creando un equilibrio particolare e avvincente. Io l'ho trovato stupendo.

  • Reply Giuliana 6 marzo 2012 at 19:13

    Ehi, sono felice che le nostre impressioni siano in linea con un pensiero comune!

  • Reply Anonimo 7 marzo 2012 at 12:12

    Non vedo l'ora di leggerlo! Mi piace troppo come scrive Gaiottina! 😀
    L.

  • Leave a Reply

    Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com