Recensioni

Recensione “La fantasia dello scarafaggio” di Edward Punch

16 aprile 2012

euro 9,80
Pagine 306
C.E: Mamma editori
Brossura


Ciao a tuttiiiiiiiiiiii!!!
Finalmente! Non vedevo l’ora di tornare a parlarvi di libri!
Questa settimana sono riuscita a leggere 4 libri e quindi nei prossimi giorni parleremo un bel po’.
Ci sono state letture piacevolissime, ma alcune un po’ meno…

Oggi sicuramente una lettura piacevole.
O meglio…. piacevole non è il termine giusto dato il tema… ma è un libro scritto bene e dal tema forte e toccante.
Un giallo, un thriller, inserito nella collana Kriminal tango di questa casa editrice.
Unisce tratti comici a quelli tipicamente tragici e adrenalitici del genere poliziesco.

Trama:
Siamo a Londra. Bambine bionde con gli occhi azzurri, che indossano camici bianchi, si suicidano senza avere motivazioni chiare.
Nor Temple, responsabile dei servizi sociali, non crede al suicidio rituale e di massa. Così, dapprima per conto proprio, in seguito affiancando il detective Carver, si getta nella ricerca affannata del bandolo che possa sbrogliare questa intricata situazione. Sarà davvero suicidio?

Singolari anzitutto i personaggi.
Temple è una donna sicuramente bellissima ma dal caratterino peperino. Curiosa e dallo spiccato intuito, inizialmente ficca il naso lì dove non è il suo campo. A tratti bisbetica, a tratti sensibile, deve farsi strada in un contesto che non l’accetta come protagonista di queste indagini. E’ proprio lei che ha la prima intuizione verso la quale si dirigeranno le indagini.
Non crede nel suicidio e subito si mette alla ricerca, per conto suo, di indizi che possano avvalorare le sue tesi. E’ puntuale e super organizzata con la capacità di catalogare tutto nei minimi dettagli.
Questo indispettirà dapprima il detective Carver ma in seguito sarà una caratteristica di lei che sfrutterà appieno.
Il detective Carver è il personaggio più criptico che abbia mai incontrato. Ha un modo di fare destabilizzante. Riusciamo ad avvertire empaticamente gli stessi momenti di disorientamento in cui si trova spesso Temple difronte al suo modo di fare.

Temple subisce lo stesso odio/amore che sentiamo noi lettori, sensibile a questo diabolico fascino che trasuda da Carver.
Insomma donne, si sa, amiamo il tira e molla e Carver in questo è maestro.

Nonostante questo piccolo particolare, la lettura è adatta a qualsiasi tipo di pubblico. Magari dai 16 in su, sia esso di genere maschile o femminile.

Non posso e non voglio dirvi verso cosa si dirigeranno le indagini. Il tema è forte e colpirà certamente la vostra sensibilità.
Quando ci sono delle ragazzine che muoiono è già un fatto toccante, a maggior ragione se il motivo ruota intorno alla sfera più profonda dell’intimo umano.

Unica nota dolente di questo libro è un po’ di “stallo” nella parte centrale prima che le indagini entrino nel vivo.
Per il resto la narrazione scorre, incuriosendoci e amareggiandoci per la morte di ragazzine che lasciano la polizia e tutti noi nel buio più totale e nel panico. Perchè lo fanno?Cosa le spinge, qual è il motivo?

Non è certamente banale.
Anzi curato e avvalorato da ricerche scientifiche.
L’autore miscela con maestria un linguaggio tecnico con uno fluente e alla portata di tutti.

Assolutamente consigliato.
Inoltre vi suggerisco di leggerlo in maniera continua per non perdere nessun passaggio.
Un abbraccio.
Ci sentiamo nei prossimi giorni.

Buone lettureeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee


You Might Also Like

1 Comment

  • Reply walter white 26 aprile 2012 at 18:53

    interessante

  • Leave a Reply

    Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com