Recensioni

Doll Bones- La bambola di ossa di Holly Black – Recensione

7 gennaio 2016

Ciaoooo a tutti!

Un libro inseguito per circa un anno, la cui copertina mi aveva ammaliata sin da subito, recensito anche dalla mia cara autrice Barbara Baraldi e di cui finalmente riesco a parlarvene anch’io!

Quindi, via!

Mondadori
220 pagine
euro 17,00
Rilegato
2014

Devo ammettere che, per quanto sia sempre arci pignola e critica nei confronti delle cover italiane, questa volta forse preferisco questa all’originale. (Resto comunque combattuta)

Cover originale

Trama:

La nave con i tre personaggi sullo sfondo (della cover originale) è abbastanza evocativa ed indicativa: i protagonisti sono tre ragazzini (due ragazze ed un ragazzo) che amano l’avventura, giocano ad inventare storie fantasiose e si fanno carico di una singolare missione: trovare il paese di origine de “La Regina” la bambola un po’ inquietante conservata nella credenza della casa di uno dei ragazzini e darle degna sepoltura: si dice che sia fatta con le ossa di una bambina vera morta molto tempo prima, miscelate alla porcellana di cui è costituita. Riusciranno nell’impresa? La leggenda avrà un fondamento di verità?

La storia appare subito inquietante e oscura ma non come mi aspettavo. Il noir infatti viene mitigato, durante la narrazione, dalle note di tenerezza che riguardano la relazione esistente tra i tre personaggi e quel periodo delicato del passaggio dall’età infantile a quella adulta, percorrendo la strada confusa dell’adolescenza.
Zack, Poppy e Alice, adorano giocare, inventare storie sui pirati, incastrare come in un tetris le loro idee e le loro personali versioni di una storia che tentano di far quadrare. Ma quando il padre di Zack decide di punto in bianco di gettar via tutti i giochi del ragazzo per accelerare il processo di crescita, crea una faglia profonda nella vita del ragazzo che risponde dapprima con negatività ma in seguito con malinconica accettazione.
Il viaggio che i tre ragazzi intraprenderanno sarà una sorta di “ultimo addio” a quel mondo così rassicurante e protetto ma ormai finito.

Avrei preferito qualche focus in più sulla leggenda della bambina morta e diventata Bambola, in modo da rendere il racconto più “creepy”, ma così com’è scritto apre la possibilità ad una categoria di lettori più estesa, infatti può essere proposto già a bambini intorno ai 7-8 anni.

Si tratta di poco più di 200 pagine, che possono essere lette in breve tempo e allietare il nostro pomeriggio.
Consigliato!

Buone lettureeeeeee

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com