Recensioni

Come un respiro di Ferzan Özpetek

22 Ottobre 2020
Come un respiro

Ciao miei cari lettori!

Come state? Com’è il vostro umore attualmente? Sono tempi di forte stress psicologico con questa storia del Covid19 alla quale dobbiamo sempre sommare le nostre situazioni personali. Stringiamo i denti 😬

Oggi voglio parlarvi di un romanzo che ho già recensito in video su Instagram (se non vi va di leggere, potete ascoltarmi qui:👇🏻)

https://www.instagram.com/stories/highlights/17865612794109765/

Dovevo scegliere un libro in classifica e avevo voglia di una “penna” diversa e vi preannuncio già che non ne sono rimasta per nulla delusa.

Titolo: Come un respiro. Autore: Ferzan Özpetek Pagine: 157 Mondadori 12 Maggio 2020 Prezzo: 16,00 euro

Trama:

È una domenica mattina di fine giugno e Sergio e Giovanna, come d’abitudine, hanno invitato a pranzo nel loro appartamento al Testaccio due coppie di cari amici. Stanno facendo gli ultimi preparativi in attesa degli ospiti quando una sconosciuta si presenta alla loro porta. Molti anni prima ha vissuto in quella casa e vorrebbe rivederla un’ultima volta, si giustifica. Il suo sguardo sembra smarrito, come se cercasse qualcuno. O qualcosa. Si chiama Elsa Corti, viene da lontano e nella borsa che ha con sé conserva un fascio di vecchie lettere che nessuno ha mai letto. E che, fra aneddoti di una vita avventurosa e confidenze piene di nostalgia, custodiscono un terribile segreto. Riaffiora così un passato inconfessabile, capace di incrinare anche l’esistenza apparentemente tranquilla e quasi monotona di Sergio e Giovanna e dei loro amici, segnandoli per sempre. Chi è davvero Elsa Corti? Come mai tanti anni prima ha lasciato l’Italia quasi fuggendo, allontanandosi per sempre dalla sorella Adele, cui era così legata? 

Ci sono diverse cose da dire su questo romanzo e spero di riuscire a farlo senza tediarvi o dilungarmi troppo.

  1. I colpi di scena:

Ce ne sono davvero tanti, tutti gestiti con maestria e disseminati nei modi e nei tempi giusti. Dopo poche pagine, quando crederete di apprendere la storia dalla voce di Elsa Corti, ecco che accadrà qualcosa che cambierà drasticamente le voci narranti. Fino alla fine del romanzo non sarete mai certi di aver “indovinato” l’epilogo.

2. Espedienti narrativi:

Özpetek usa diverse voci narranti, soprattutto quelle delle sorelle Corti, sia mediante le lettere di Elsa, sia dalla viva voce di Adele (sì, anche l’altra sorella entrerà in scena ma non vi dico come 🤭). Elsa e Adele in maniera alternata vi racconteranno passato e presente, vite personali in un lasso di tempo di 50 anni e momenti in cui ci saranno dei contatti. Inoltre l’autore usa i personaggi “di contorno” come intermezzi al racconto delle sorelle, fugando il rischio “piattume”.

3. Personaggi:

Il bello di questa storia è che indiscutibili protagoniste sono certamente le sorelle Corti ma, Özpetek riesce a rendere interessanti anche i commensali di questo particolare pranzo domenicale. Ecco che Sergio, Giovanna, Giulio, Elena, Annamaria e Leonardo acquisiscono una loro importanza scenica anche solo con pochi gesti, pochi dettagli che vi faranno immaginare tutto il mondo che si nasconde soprattutto dentro di loro (i segreti, le insicurezze, le infedeltà…).

E poi c’è Vittorio.

Imponente, enigmatico, attraente, oscuro.

Non vi dico da dove sbuca, chiaramente. Posso dirvi però,che diventerà presto il fulcro della storia, entrando a far parte, dritto dritto, di quella categoria di “belli e dannati” che tanto ci piacciono nelle storie passionali.

4. Il film:

Voci di corridoio dicono che anche di questo libro, Özpetek ne farà un film.

La struttura narrativa incarna perfettamente quella di un copione. Mentre leggevo ho già immaginato i personaggi, lo scenario, i dialoghi.

Ed è a questo punto che entra in ballo il pettegolezzo più “chiacchierato” del momento. L’attore turco Can Yaman, potrebbe interpretare uno dei personaggi di questa storia. Io sono assolutamente sicura che si tratti di Vittorio. Il nostro “signor Devit” dovrà impegnarsi al massimo per raggiungere la complessità di Vittorio, uomo dalle mille sfaccettature.

Si conclude qui la mia recensione, che dite, è un libro che vi consiglio? 😂

Buone lettureeeeeeeeee

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com