Search results for

la meccanica del cuore

Recensioni

Recensione: “La meccanica del cuore” di Malzieu Mathias

8 Gennaio 2013

160 pagine
15,00 euro
edito Feltrinelli
2012, brossura


Buona sera amici…
anzi dovrei dire buonanotte perchè sono l’1:22 ed è l’unico momento che ho per scrivere questa recensione.

Un libro meraviglioso… come pochi me n’erano capitati per le mani.
Uno di quei libri che ho scelto ad istinto. Mi ha chiamato lui dallo scaffale, con la sua copertina attraente e i suoi modi oscuri e misteriosi.

Un libro sull’amore in tutte le sue sfaccettature.

L’amore egoista.
L’amore disperato.
L’amore avventato.
L’amore a prima vista.
L’amore imprudente.
L’amore affannato.
L’amore… completo.

Trama:
Nella notte più fredda del mondo, nel 1874 nasce Jack. Un piccolo scricciolo che purtroppo ha il cuore completamente gelato. Ha poche ore di vita ma Madeleine la levatrice, considerata una strega in città, lo salva applicandogli un piccolo orologio a cucù che regoli i battiti del cuore di Jack. Ma l’avvertimento è intransigente: Jack non può innamorarsi perchè qualsiasi sentimento forte potrebbe mandare in tilt tutto e mettere a rischio la sua vita. Ma è poi possibile sottrarsi al richiamo dell’amore?

Gli scenari che fanno da sfondo all’intera vicenda ricordano un po’ lo stile di Tim Burton con la loro malinconia, oscurità, mistero.

Le descrizioni sono pura poesia. Tutto si affaccia prepotentemente nella nostra mente indugiando con fermezza.

Le parole scivolano con semplicità.
L’intreccio è a tratti fantasioso a tratti realistico, ma i messaggi lanciati sono così palpabili che abbiamo l’impressione di sentir parlare una saggia nonna con i suoi veritieri consigli.

Per gli amanti della “sottolineatura” ci saranno sicuramente molti passi da evidenziare.

Non si può descrivere, va letto perché le riflessioni che ci induce a formulare diventano gelosamente nostre, da serbare nel nostro cuoricino.

Buone lettureeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

Recensioni

Il bacio più breve della storia di Mathias Malzieu

2 Settembre 2015

Ciao lettorriiiiiiiiii!!!!


Oggi recensione di un libro sul quale mi sono letteralmente lanciata alla cieca, avendo già letto dello stesso autore “La meccanica del cuore”.

Feltrinelli
106 pagine
12,00 euro
brossura con alette




Trama:
Al Theatre du Renard, una ragazza misteriosa si aggira furtiva e, quando lui la nota e la insegue, si incrociano faccia a faccia e si baciano, per un brevissimo momento… da quel momento la ragazza diventa invisibile e scompare. Lui ne rimane sconvolto e, quando ormai la scintilla è scoccata, non gli resta che cercare un modo per ritrovarla…

Una trama singolare, con personaggi altrettanto strani.
Lui è un inventore e creerà qualcosa di goloso che lo aiuterà nell’impresa di ritrovare la ragazza.
Ma gli espedienti non possono essere tutto ciò su cui fondare un rapporto d’amore.
I due protagonisti dovranno superare le proprie paure e imparare tutto ciò che l’amore insegna: la fiducia, la pazienza, l’altruismo, la passione…
Un libro particolare: se avete letto già “La meccanica del cuore” potete immaginare la tipologia e lo stile.
Questo romanzo ha note meno oscure rispetto al titolo citato ma è strambo quasi allo stesso modo.
Allo stesso tempo ci sono passaggi estremamente poetici e tremendamente realistici.

Estratto:


“…Il problema è che la mia mente non è mai fresca. Il mio cervello è una casa di campagna per demoni. Vengono spesso e sempre più numerosi. Si fanno l’aperitivo scolandosi le mie angosce. Si nutrono del mio stress perché sanno che ne ho bisogno per andare avanti. E’ tutta una questione di dosi. Troppo stress e il mio corpo esplode. Non abbastanza, e mi paralizzo…”

La storia tra i due protagonisti, questo gioco delle parti, è appassionante e avvincente, anche un po’ surreale ma tenero e simpatico.
E poi ci sono delle piccole perle di saggezza che non possono essere ignorate, anzi diventano parte di noi un maniera naturale e spontanea.
Si legge in fretta grazie sicuramente all’esiguità delle pagine ma anche per la musicalità dello stile. Sembra quasi un film d’animazione ed il bello è che lo visualizziamo nella nostra mente.

Consigliato!

Buone lettureeeeeeee

Recensioni

Una Sirena a Parigi di Mathias Malzieu

1 Settembre 2020


Buongiorno cari lettori!

E’ quasi emozionante riprendere a scrivere recensioni! Mi sembra un secolo!!!

Come ve la passate? Avete trascorso una buona estate? Spero di sì!

Incrociamo le dita per questo Settembre e per i prossimi mesi, armiamoci di buoni propositi e di energia nuova e partiamo!!!

Continue Reading

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com