Recensioni

Un sapore di ruggine e ossa

30 marzo 2013

Un sapore di ruggine e ossa è un film del 2012 diretto da Jacques
Audiard basato sulla raccolta di racconti Ruggine e ossa di Craig
Davidson. Presentato con successo al Festival di Cannes
Musica: Alexandre Desplat
Nazionalità: Belgio, Francia

TRAMA:
Alì e suo figlio fanno l’autostop, il bimbo ha solo cinque anni, ha fame e nel mondo animale riconosce di più il suo habitat.

Il padre è un rude uomo che vive alla giornata,
circondandosi di donne occasionali, il cui fisico possente gli permette
di essere prestante sia a letto che a lavoro; dopo essere stato
ospitato dalla sorella, commessa in un supermercato dove ruba scorte di
prodotti in scadenza, trova infatti occupazione come buttafuori in un
locale, dove conosce Stéphanie a seguito di una rissa. L’accompagna a
casa, dove convive con un uomo e sfacciatamente le lascia il suo
numero.

Lo chiamerà in un momento terribile della sua vita:
lei addestratrice di orche, ha perso le gambe, proprio durante uno
spettacolo.

Un invito ad amare la vita…
Audiard, ponendo al centro questi due grandi ed eccellenti protagonisti, 
realizza un film intenso, governato indubbiamente da squilibri forti,
che  non cade mai nel patetico o nello scontato. Le emozioni emergono dagli stessi corpi degli attori che sembrano dipinti ad opera d’arte per incantare gli occhi dello spettatore.
Un’opera dolente con il premio oscar per l’attrice protagonista Marion Cotillard…capace di interpretare un ruolo carico di sofferenza, coraggio, dolore…
La vita di questa donna che ama il suo lavoro, ama essere corteggiata, ama vivere emozioni autentiche e sempre nuove, adora ballare, si ritrova stroncata da un tragico incidente che cambierà  per sempre il suo modo di viverla….
Una lotta per la vita….
Una continua sfida….
E’ un film che riporta lo spettatore in una dimensione di intense riflessioni….
Non voglio aggiungere altri dettagli e vorrei davvero che lo guardaste perchè son pochi i film che riescono a catturare così tanto l’animo umano…
Buona visione!!!

Citazioni:
“La
mano dell’uomo ha ventisette ossa, alcuni primati ne hanno di più. Il
gorilla ne ha trentadue, cinque per ogni pollice. Nell’uomo sono
ventisette. Ti rompi un braccio, ti rompi una gamba e in men che non si
dica l’osso si calcifica e si salda di nuovo. Alla fine sarà anche più
forte di prima. Ma, se ti rompi un osso della mano, puoi stare sicuro
che non si aggiusterà mai del tutto. Prima di un incontro ci penserai, a
ogni colpo che tiri ci penserai. Farai attenzione. Ma all’improvviso il
dolore tornerà, come punti di aghi, come un vetro rotto.”

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com