Recensioni

Trollhunter di Guillermo Del Toro * Daniel Kraus- Recensione

14 dicembre 2015
DeAgostini
prezzo euro 14,90
349 pagine

Buongiorno amici lettori,


finalmente riesco a parlarvi di questo fantasy che ho finito di leggere alcuni giorni fa.
Non avevo mai letto nulla sui Troll e sicuramente questo romanzo è stato un simpatico inizio alla conoscenza di queste creature spaventose ma allo stesso tempo dalle sfumature gentili e simpatiche.
Trama:
In un pomeriggio assolato a San Bernardino, i due fratelli Sturges stanno giocando con le loro pistole di plastica in sella alle loro biciclette. Jim, il più piccolo, vede suo fratello Jack entrare nell’ombra di un ponte e sparire. Quello che sembrava uno stupido gioco diventa qualcosa di terrificante. Jim vede una figura nera e gigantesca emergere da quell’ombra. Cerca di correre il più veloce possibile per sfuggirgli. Lui ci riesce ma purtroppo di Jack non c’è più traccia. Molti anni dopo sarà Jim jr ad occuparsi della faccenda risolvendo il mistero intorno allo zio Jack.
Sembra un thriller e dapprima lo è. Fino a quando Jim inizia a notare strane presenze nei tombini o rumori sospetti in casa. Eppure suo padre ha provveduto ad un impianto d’allarme a prova di Lupin!
I Troll di questo romanzo hanno un aspetto terribile. Alcuni sono feroci e affamati di umani, altri invece sanno essere un po’ più “Vegetariani”.
La fantasia e la creatività nel tracciare storie, intrecci, personaggi e azioni sono elementi presenti in maniera massiccia e davvero originale. 
A tratti divertente, a tratti sentimentale, ma sempre molto spassoso.
Ci sono delle parti che possono essere definite formative  perché trattano anche il tema del bullismo a scuola, in maniera leggera ma importante: insegna ad avere quel pizzico di sicurezza di sé che permette ai più deboli di prendere il coraggio a quattro mani.
Ma ci sono anche tutte le dinamiche annesse al mondo degli adolescenti: le prime cotte (quella di Jim per una nuova compagna di scuola), l’accettazione di sé (la nuova arrivata che veste in maniera inusuale ma che in realtà appartiene ad una famiglia fissata con le etichette) o l’individualità: scelgo di fare qualcosa che mi piace anche se non è cool o di massa.
Lo stile è onomatopeico, musicale e scorrevole.
Da regalare sicuramente ai pre-adolescenti ma io, che ne ho 30 suonati, l’ho trovato davvero interessante e mai scontato, per cui si può allargare tranquillamente il range.
Penso di avervi detto tutto.
A presto con altre novità, intanto…. Buone Lettureeeeeee.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com