Recensioni

Te lo dico sottovoce di Lucrezia Scali – Recensione

7 febbraio 2016

Buona domenica amici,

prima di lasciarvi alle vostre uscite, agli amici o qualsiasi cosa facciate, vi propongo la mia recensione di oggi.

Un romanzo di una autrice esordiente ed italiana, niente fantasy, niente horror, solo (e si fa per dire) sentimenti a gogo.

Dati romanzo:

Lucrezia Scali

Newton Compton editore

281 pagine

euro 9,90

Trama:

Mia è una giovane donna di 30 anni. Fa un lavoro che ama, la veterinaria, e vive nella casa dei suoi nonni che l’hanno tanto amata e sono stati da sempre il suo porto sicuro. Ma la vita sentimentale è un capitolo a parte. Non si fida degli uomini, fatica ad aprirsi agli altri per paura di soffrire… di nuovo. Poi incontra Alberto un affascinante medico con il quale in un certo senso collaborerà e Diego lo spocchioso e irritante carabiniere appena trasferitosi dalla Puglia, nonché suo nuovo vicino. Entrambi entreranno nella vita di Mia, ma con quali conseguenze?
Mia è una ragazza che stringe con forza le redini della sua vita. Contro l’opinione della madre sceglie che direzione dare alla sua carriera, come vivere, quale donna essere. Questo la porta spesso in conflitto con la madre e la sorella, due donne equivalentemente altezzose e snobiste.
Tenero il rapporto che ha con i suoi animali, giusta la consapevolezza che amare e donarsi all’altro è qualcosa di meraviglioso e auspicabile ma che a volte ha un lato negativo: si può incorrere in delusioni e ferite che non possono sanarsi neanche con il tempo.
E’ sicura di non aver bisogno di un uomo, di potercela fare da sola… certo economicamente… ma il suo cuore? Quello non ha bisogno di qualcuno che lo alimenti giorno dopo giorno instillando fiducia, amore, tenerezza, spensieratezza, gioia di vivere?
Metà del romanzo scorre con semplicità, in un flusso che porta il lettore a convincersi che forse Mia stia facendo troppo rumore per nulla, che probabilmente è giusta l’idea del “chiodo schiaccia chiodo” come propone e sostiene con forza la sia amica e collega Fiamma.
Ma scavando nel passato della nostra complicata protagonista, scopriamo un dolore così profondo che anche noi rischiamo di farci fagocitare, di annegarci dentro.
Alberto e Diego sono due uomini diametralmente opposti. Quasi tutte le donne si trovano a scegliere tra la sicurezza economica e il fascino dell’uomo in carriera e l’uomo che ha uno stile di vita forse non così quadrato ma passionale e accattivante.
Ma anche in questo caso, non sono questi gli elementi necessari alla maturazione della scelta di Mia. Nulla è come sembra ed entrambi i characters maschili avranno a loro volta una bella trama intricata di eventi passati e presenti e sfumature psicologiche.
Il romanzo mi è piaciuto molto, sicuramente lo stile ha ancora delle limature da affrontare ma sono sicura che l’autrice saprà stupirci perché con le emozioni ci sa proprio fare.
Buone lettureeeeeeee

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com