Recensioni

Recensione “Il vangelo secondo satana” di Graham Patrick

2 dicembre 2011

Prezzo: 18,60
Editore: Nord
Pagine: 530 rilegato

Leggendo questo libro…
… potreste confondere la realtà con l’invenzione …
… potreste mettere a dura prova le vostre convinzioni …
… potreste rischiare di non attraversare più al buio le stanze della vostra casa …
… potreste  temere di perdere la ragione e di essere avvinghiati nelle trame oscure di questo romanzo …
… potreste avere … PAURA!
Ciao amici!!!
Come è facile dedurre dalle premesse di questo post, questo libro è… mmm… terrificante?
Sì.
Non risparmia assolutamente nulla al lettore. Ci sono dettagli cruentissimi.
E sapete cosa è ancora più terribile?
Sapete cosa può fare davvero paura?
La possibilità che cose del genere potrebbero verificarsi davvero.
( e questa è l’essenza e il segreto per scrivere un buon Horror)
Ok, accantoniamo la parte in cui l’autore inventa l’esistenza di un vangelo su Satana con le prove della sua esistenza. Chi vi dice che un qualsiasi fanatico, amante dell’occulto, non decida di trucidare in maniera così spietata delle adepte  di un ordine religioso?
I fanatici hanno delle loro convinzioni e spesso seguono disegni totalmente privi di fondatezza!
Di omicidi seriali ne conosciamo a bizzeffe … io non mi stupirei se ne esistesse uno così disumano!
E di umanità in questo romanzo ce n’è ben poca, credetemi.
Trama:
Il romanzo si disloca su due piani temporali : il 1348, quando la madre superiora Yseult dell’ordine delle Recluse si mura viva per sfuggire ad un monaco che, dopo aver ucciso le sue consorelle, le da la caccia per recuperare un manoscritto maledetto; e ai giorni nostri quando Marie Parks agente “speciale” dell’ Fbi indaga su un serial killer che sta uccidendo tutte le donne collegate al vecchio ordine delle Recluse. Perché questo manoscritto è così prezioso? Quale sarà la scottante verità che potrebbe minare le fondamenta dell’intera Chiesa???
Che altro dirvi … io penso che questo scrittore scriva molto bene, che sia capace di far stare il lettore sul filo del rasoio e abbia mescolato con maestria gli elementi del genere noir, thriller e horror.
Il mio consiglio è quello di cercare di leggere il romanzo in un’unica battuta perché accadono così tante cose che si rischia di perdere il filo e non è bene spezzare l’atmosfera che si crea sin dall’inizio.
Per un’amante dei flashback come me, questo libro è davvero una chicca: vecchi monasteri, segreti inconfessabili, excursus sulle storie del passato.
Tra l’altro il finale … ciclico è un ottimo espediente per chiudere il puzzle con tutti i tasselli al suo posto, un finale assolutamente perfetto.
Consigliato?
Assolutamente sì, miei amanti del brivido …
Alla prossima!!!Buone lettureeeeeeeeee

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply pericle 5 dicembre 2011 at 20:16

    Il bello di questi libri sono le riflessioni che ci consentono di fare su temi quali la fede ed istituzioni quali la Chiesa. Quasi quasi 😀

  • Reply Giuliana 6 dicembre 2011 at 11:40

    Sì, sì, questo ne offre molti 🙂 Buona lettura, fammi sapere se lo leggi 😉

  • Leave a Reply

    Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com