Recensioni

Recensione: “Dr Morgue n’6- la morte inattesa”

2 marzo 2012

Testata: DR MORGUE
Numero: 6
Pagine: 96
Autore: Rita Porretto, Silvia Mericone / Francesco Bonanno
Prezzo: € 2.70
Data di Uscita: 15-02-2012


Ciaoooooo “Morgueiani” amici!!!

Questa recensione si è fatta attendere più del dovuto ma come avevo spiegato in un post precedente l’influenza ha mandato in fumo tutti i miei piani!!!! Grrrrrrrrrrr!!
Bene, ma ora ci siamo!
Difficile mettere i paletti e non parlare a ruota libera, a briglie sciolte, perchè se avete intenzione di leggere la mini serie o state per leggere questo ultimo capitolo, sicuramente non gradireste troppe anticipazioni.
Cercherò di mantenermi sul generale.
Uno dei grossi interrogativi che mi sono posta per tutta la serie, dati gli obiettivi del sindaco Orson, è: ma esiste il delitto perfetto?
Il nostro Yoric risponderà a questa domanda proprio in questo ultimo capitolo in maniera abbastanza esaustiva.
Certo ogni delitto è diverso e cercare di capire tutto, captare ogni dettaglio non dev’essere affatto facile.
Ho riscontrato una evidente impennata nella maturazione del personaggio di Yoric.
L’ho trovato un uomo più consapevole, più padrone di sè. Sappiamo bene che vive da sempre con una sorta di codice che lo aiuta a comprendere le reazioni degli altri e le conseguenti risposte che lui deve fornire, ma all’improvviso mi sono accorta che Yoric ha deciso di iniziare a scrivere anche lui un po’ di regole.
Questo mi piace perchè fa proprio parte di quel processo verso l’autonomia che si auspica sempre di inculcare in situazioni simili.
Penso che anche voi sentirete l’effetto “doccia fredda” dopo che Yoric affronterà Laverne.
Laverne… sicuramente un personaggio complesso che continua ad essere circondata da alcune ombre anche alla fine di questo albo.
Spero che ci sia in futuro la possibilità di conoscerla meglio e comprenderla.
Non mancherà un finale “dubbioso”. Ci lascia una piccola porticina aperta (sequel sequel sequel, vi preeeeeeeeego) ma allo stesso tempo ci mette difronte ad una grossa verità:
fa parte della vita non riuscire ad avere delle risposte a tutto!

Non trovate?
Beh, mi fermo qui.
Sono certamente soddisfatta di aver letto questa mini serie. 
Tutto è stato… di… qualità!
I disegni, i testi…
Una bella scommessa. Parlare di autismo non dev’essere facile ed io sono grata alla Star Comics di averci provato perchè non ci devono essere remore su questi argomenti. L’integrazione è uno dei tratti salienti nel processo di autonomia non solo per gli autistici.
Per cui… 
Grazie!!!
Continuerò a sperare nel sequel…
intanto la consiglio caldamente!!!
Buone lettureeeeeeeeeeeeeeeeeee

You Might Also Like

3 Comments

  • Reply andrea 10 marzo 2012 at 13:19

    complimenti per la recensione, ho scoperto questo blog per caso,continuerò seguirlo, anche io scrivo recensioni su fumetti sul sito http://www.compagniadeldado.it se ti capita di farci un giro lascia un commento.
    ancora complimenti
    franzo

  • Reply Giuliana 11 marzo 2012 at 13:57

    lo metto nei preferiti. Io non sono una fumettista abitudinaria ma ogni tanto mi piace leggere delle mini serie o qualche albo di Dylan dog quando me li passano.
    Grazie per il commento, a presto!

  • Reply andrea 21 marzo 2012 at 20:14

    Grazie giuliana, sarai sempre la benvenuta nel sito della compagnia del dado.
    Io continuerò a farti visita con piacere.
    ciao
    andrea

  • Leave a Reply

    Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com