Recensioni

Ogni storia è una storia d’amore di Alessandro D’avenia

2 gennaio 2018

Buoooooon 2018 lettori!

Se il buongiorno si vede dal mattino, una recensione il 2 gennaio mi mette già sulla buona strada verso il proposito di essere più costante con gli aggiornamenti! Crossing fingers…

Oggi parliamo dell’ultimo libro di D’avenia. Ogni storia è una storia d’amore… mi sarà piaciuto quanto L’arte di essere fragili? Vediamo…

 

Pagine 339, euro 17,00, cop.rigida, Mondadori, 31 ottobre 2017

Contenuto:

L’amore salva? Quante volte ce lo siamo chiesti, avvertendo al tempo stesso l’urgenza della domanda e la difficoltà di dare una risposta definitiva? Ed è proprio l’interrogativo fondante che Alessandro D’Avenia si pone in apertura di queste pagine, invitandoci a incamminarci con lui alla ricerca di risposte. In questo libro straordinario incontriamo anzitutto una serie di donne, accomunate dal fatto di essere state compagne di vita di grandi artisti: muse, specchi della loro inquietudine e spesso scrittrici, pittrici e scultrici loro stesse, argini all’istinto di autodistruzione, devote assistenti, o invece avversarie, anime inquiete incapaci di trovare pace. Ascoltiamo la frustrazione di Fanny, che Keats magnificava in versi ma con la quale non seppe condividere nemmeno un giorno di quotidianità, ci commuove la caparbietà di Tess Gallagher, poetessa che di Raymond Carver amava tutto e riuscì a portare un po’ di luce nei giorni della sua malattia, ci sconvolge la disperazione di Jeanne Modigliani, ammiriamo i segreti e amorevoli interventi di Alma Hitchcock, condividiamo l’energia quieta e solida di Edith Tolkien. […]

Ero assolutamente entusiasta di leggere questo libro per una serie di motivi. Per chi mi segue da tempo sa che non amo approcciarmi ad un autore partendo dal suo libro più famoso per non farmi viziare da tutti i giudizi in giro per il web. Così con D’avenia sono partita dal penultimo anche perché parlava di Leopardi ed ero curiosissima di capire cosa avrebbe potuto aggiungere di nuovo. L’arte di essere fragili è un libro incredibile. Così mi sono fiondata sulla sua nuova fatica.

Ahimé non sono altrettanto soddisfatta.

Mi sono chiesta più volte cosa non mi stesse convincendo durante la lettura. Ogni capitolo è dedicato alla storia di un artista e della sua Musa. Alcune storie sono poco attraenti, altre un po’ confuse e le “soste” in cui l’autore si rifà al mito di Orfeo e Euridice alcune volte ripetono concetti già descritti in precedenza.

La mia opinione è assolutamente negativa?

No. Restano alcuni capisaldi: lo stile dell’autore, curato e ammaliante. L’uso che fa delle parole non delude mai, potrei ascoltarlo per ore senza annoiarmi. Molte delle storie raccontate mi hanno affascinata e ringrazio l’autore per averle scelte perché altrimenti credo che non le avrei mai ricercate e dunque mai conosciute.

Mentre con “L’arte di essere fragili” la lettura scorreva affamata e avrei potuto prendere appunti ad ogni capitolo, con “Ogni storia è una storia d’amore” non si è accesa la stessa fiamma di passionalità ma ho comunque gradito parte del testo.

Mi duole iniziare il 2018 con una recensione non totalmente positiva, ma sapete che devo dire la verità, sempre.

E’ comunque vero il motto che dice: in bene o in male purché se ne parli.

Attendo speranzosa la vostra opinione.

Buone lettureeeeeeeee

 

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com