Recensioni

L’arte di ottenere rispetto di Arthur Schopenhauer

31 marzo 2016

Buonasera lettori,

ogni tanto mi piace andare a rispolverare delle letture un po’ inconsuete rispetto ai romanzi moderni a cui siamo abituati. Per fortuna, ai tempi, acquistai quasi tutte le edizioni Newton Compton tascabili che riproponevano in maniera “maneggevole” grandi classici o trattati filosofici ad un prezzo davvero conveniente: euro 0.99 o 1,90 se la versione era Deluxe, ovvero in copertina rigida. Il caso e l’istinto mi hanno condotta a L’arte di ottenere rispetto di Arthur Schopenhauer.

L'arte di ottenere rispetto di Arthur Schopenhauer

Newton Compton editori, versione Deluxe, cop. rigida, euro 1,90, pagine123

L’arte di ottenere rispetto è un breve trattato in cui Schopenhauer, grazie alla sua esperienza reale e un’acuta osservazione, quasi rassicura l’uomo colto difronte alle accuse. Infatti, egli dice che se l’uomo colto, difronte alla diffamazione, mostra di possedere un animo aristocratico, non deve temere che il suo onore venga compromesso, anzi esso ne trarrà giovamento.

 Ci sono dei passaggi (Io ovviamente ve li semplifico perché non mi sento all’altezza del modo di esprimersi del filosofo)  che sembrano un po’ dei luoghi comuni ma che tracciano una profonda verità: se ad una offesa noi rispondiamo con rabbia, con violenza, pur avendo ragione, passeremo direttamente dalla parte del torto e faticheremo nel trovare il modo per riparare al nostro “onore” compromesso.

Ancora più particolare e curiosa è l’opinione che Schopenhauer ha dell’onore sessuale e in maniera specifica di dell’onore sessuale femminile.

Il tradimento e  l’adulterio di una donna sono ancora più gravi di quello maschile perché essi compromettono non solo la donna che lo ha commesso ma è generalizzabile a tutto il genere femminile. Vi spiego perché il filosofo dice questo.

Nel rapporto uomo- donna, la donna si aspetta dall’uomo tutto e soprattutto che si prenda cura di lei per tutta la vita, mentre l’uomo desidera solo una cosa e immediatamente: l’unione sessuale. Dunque il matrimonio è quell’istituzione che permette all’uomo di esigere quello che desidera e mette in accordo le due parti.

Ora, se la donna tradisce il marito, non solo acquisisce una cattiva reputazione, ma getta un’onta su tutto il genere femminile, tradendo quell’unico principio base che permette loro di “accalappiare” un marito.

La cosa a me ha fatto un po’ sorridere perché ha insita una profonda e scontata verità.

Voi lo avete letto? Conoscete il filosofo?

Buone lettureeeeeeeeee

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com