Recensioni

La ragazza nel parco di Alafair Burke

28 giugno 2016

Buona sera cari lettori,

prima di gettarmi tra le braccia di Morfeo (o provarci dal momento che c’è un caldo asfissiante), volevo parlarvi di una nuova uscita Piemme. Niente vampiri, creature della notte o young adult, ma il classico thriller/poliziesco alla vecchia maniera. Vediamo un po’ come ho trovato “La ragazza nel parco di Alafair Burke”

324 pagine, euro 18,50 con sopraccoperta, Piemme, Giugno 2016

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Trama:

Olivia Randall è un avvocato di New York. Viene contattata da una ragazzina che si rivela essere la figlia del famoso scrittore Jack Harris. Egli è accusato di omicidio e tutte le prove sono contro di lui. Anche Olivia, che in realtà conosce Jack da tanto tempo, si farà consumare dal germe del dubbio… riuscirà a dimostrare l’innocenza di Jack prima a se stessa e poi dinnanzi alla giuria?

Sarò sincera: a volte cerco di evitare di leggere etichette, commenti o roba affine per non viziare dapprima la lettura e successivamente la mia opinione.

Leggere l’etichetta Thriller, per me è stato fuorviante.

Infatti considererei questo romanzo più un poliziesco o un procedurale. Un po’ come i classici Law & Order, Criminal Mind ecc.

Questo non significa che non sia avvincente o interessante o ben scritto. Solo che inizialmente mi aspettavo di trovarmi davanti ad una storia più vicina a “La ragazza del treno” mentre questo ha delle note più soft.

Detto questo, il libro si merita comunque un 7 pieno perché si lascia leggere in maniera piacevole, è avvincente e lascia spazio sia alle ipotesi, rendendoci dunque lettori/protagonisti, sia ai sentimenti: sgomento, incredulità,dubbio e ansia sono quelli provati da Olivia ma sono anche quelli che empaticamente noi lettori ci troveremo a sperimentare sulla nostra pelle.

Difficile credere a qualcuno che siamo sicuri di conoscere in ogni sua sfumatura quando tutte le prove lo incastrerebbero senza ombra di dubbio. Ecco perché il ruolo di avvocato difensore per Olivia è doppiamente oneroso: conosce Jack da sempre e lo considera innocente ma deve svolgere il suo lavoro in maniera impeccabile ma soprattutto obiettiva.

Dentro di me, durante la lettura, ho sempre covato un piccolo sospetto che ha trovato le sue ragioni nel finale. Ma l’autrice è stata brava a lasciarci in stand-by sino alla fine.

Jack è certamente un personaggio dalla psiche complessa. O meglio, è il classico buono che però potrebbe essersi incattivito a causa delle esperienze negative che la vita gli ha riservato ma anche Olivia ha la sua buona dose di complessità. Da lei ci si aspetta , in quanto avvocato, una donna di carattere, priva di debolezze, mentre il suo percorso  nella fase giovanile, ci mostra una parte di lei tutt’altro che forte.

Ve lo consiglio!

Nonostante siano circa 300 pagine, in realtà ci si impiega poco tempo a terminarlo, dunque è anche indicato per questa stagione estiva.

Buone lettureeeeeeeeee

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com