Recensioni

“La chiamata dei tre” Stephen King 2′ volume saga “La torre nera”

15 gennaio 2011


Ciao ciao ciao!

Buon sabato amici!!!

Ancora caldo caldo il 2′ volume di questa saga nella mia libreria (caro presta-libro, stasera ti rendo i primi 2 volumi).

Dunque… avete presente quando vedete un vestito che vi piace, modello, colore ecc… ma vi sta un po’ strettino?

Ecco questo è il mio rapporto con questa saga.

Mi spiego meglio: mi sta un po’ strettino perchè non è proprio il mio genere, ma superato il primo ostacolo (la scrittura un po’ ostica del primo) questo 2′ volume inizia a farmi appassionare alla trama e ad amare i suoi personaggi.

Questo libro è essenziale, perchè tutto ruota intorno a Roland, ultimo cavaliere della sua epoca che cerca la famigerata Torre e tre aiutanti/compagni che dovranno seguirlo in questo cammino.

L’iter è il medesimo:

Roland percorre chilometri e chilometri di deserto fino a trovare la prima, poi la seconda e infine la terza porta. Una vera e propria porta nel bel mezzo del deserto, sospesa nel nulla che si affaccia sul mondo “moderno” in cui Roland dovrà gettarsi per pescare il suo compagno di viaggio e traslarlo nel suo mondo.

Possono, secondo voi, essere delle persone totalmente normali, semplici e senza problemi???

Ma certo che no!!!

Se consideriamo la fervida immaginazione di King, possiamo ben pensare come abbia delineato il profilo dei suoi personaggi.

Senza dirvi troppo… vediamo… ognuno dei tre character ha problemi con la legge o con la società. Non ha la coscienza pulita… insomma non sono certo stinchi di Santo!

E non diremmo mai che siano gli eletti per partecipare ad un’avventura simile.

Non hanno le credenziali che ci aspettiamo. Ci immaginiamo uomini dalla prestanza fisica impeccabile, ligi al dovere oppure affidabili e sinceri.

Invece ci troviamo difronte a personaggi bugiardi o pronti alla violenza.

Ma se appartengo al Ka (destino) di Roland, vuol dire che sono i compagni giusti.

Divertenti e simpatiche le parti in cui Roland si ritrova nel mondo moderno. Squisito il paragone anche del linguaggio (il suo e il nostro).

Questi complicati personaggi fanno sorridere, fanno pena, fanno paura e costituiscono gli ingredienti giusti per un mix esplosivo e delizioso allo stesso tempo.

Il mio personaggio preferito è senza dubbio Odetta Holmes… perchè è il personaggio più complicato e più strano che ci sia. E’ affetta da una malattia particolare (che non vi svelo) che farà impazzire anche voi!!!

Roland ne vien fuori abbastanza provato, ogni qual volta che si misura con Odetta…

Ironia tragico-comica, ecco cosa dovete aspettarvi con lei…

Sicuramente proseguirò con questa saga, magari intervallandola ad altre letture. Ma è doveroso leggerla anche perchè verrà riportata sul grande e piccolo schermo! Leggete un po’ qua —–> http://www.televisionando.it/articolo/la-torre-nera-dai-libri-di-stephen-king-arrivano-tre-film-ed-una-serie-tv/31915/

Scheda libro:

“La chiamata dei tre” Stephen King

347 pagine, broussura

sperling & Kupfer

Alla prossima!!!

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply Franpomo 15 gennaio 2011 at 20:13

    Roland è un mito!

  • Reply Liyanin 17 gennaio 2011 at 12:39

    Ciao Giuliana!
    Ti ho invitata a partecipare ad un MEME!
    Clicca qui: http://polvereallapolvere.blogspot.com/2011/01/meme.html

  • Leave a Reply

    Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com