Recensioni

“La casa degli spiriti” Isabel Allende

6 gennaio 2011

Ciao a tutti!
Vi scrivo poco prima di andare a pranzo e spero che la fame non mi offuschi la mente.
Cosa dirvi di questo libro…
E’ complesso, è realistico, è duro e crudo.
Tutto gira intorno alle vicende di una famiglia in un contesto storico politico particolare. Sono gli anni del golpe di Pinochet.
Ovviamente si utilizza questa famiglia come metafora per i fatti del tempo.
Il personaggio più controverso è certamente Esteban Trueba.
Ci sarebbe tanto da dire su di lui e altrettanto copiose sono state le mie reazioni dinnanzi alle sue azioni.

Anzitutto PENA perchè lavora tanto e si sacrifica ancora di più per realizzarsi e sposare la donna più bella e strana del mondo per poi veder vanificati i suoi sforzi con la morte della stessa.

Poi DISGUSTO sul suo modo di condurre gli affari, per l’approccio alla gente e soprattutto verso le contadinelle del posto.

In seguito DISPREZZO perchè il potere lo acceca e si fa strada la sua boria maschilista: il padre e padrone.

Infine ancora PENA… per il finale del libro,per la sua fine e i suoi tormenti.

Altrettanto particolari sono le donne di questo scenario. Donne forti, donne che sembravano aleggiare anzichè camminare, donne che dovevano tacere perchè erano donne ma che la sola presenza era in grado di far trasparire forza e dominio. (anche se effimero).

E’ un libro che mi ha ricordato le cose fondamentali della vita: l’umiltà anzitutto perchè la posizione sociale non deve mai lasciar scivolare via dai nostri pensieri i ricordi delle nostre origini.
La sincerità e la trasparenza perchè tutto quello che facciamo avrà una conseguenza e spesso essa abbraccerà anche chi ci circonda,chi ci è più caro al mondo.
E anche la carità e la semplicità perchè le donne di questo libro rivolgono sempre uno sguardo ai meno fortunati e nonostante possano condurre una vita agiata , non si circondano mai di ricchezze materiali. Clara infatti rifiuta e prova indifferenza dinnanzi ai preziosi gioielli che suo marito le regala.

Infine insegna l’amore… Ciò che più mi ha colpito è stata la disperazione di Esteban quando ha capito che nonostante la sua potenza,il suo forte ascendente politico ed economico, la sua abitudine ad ottenere tutto ciò che voleva,realizza che solo una cosa non potrà mai ottenere: l’anima e l’amore di sua moglie nonostante possedesse il suo corpo. Non ha mai coltivato gentilezze verso di lei,non ha mai lasciato sbocciare i germogli del loro affetto,desiderando ottenere tutto con forza e presunzione.

Tanti sono i personaggi,tante le loro storie e ognuno di loro rappresenta un topos letterario.
Abbiamo il rivoluzionario, la veggente, la madre di famiglia…

Non mancano gli elementi magici ed eterei,che potrebbero essere in contrasto con la realtà del contesto ma che arricchiscono la storia come se fosse naturale la loro presenza.

Consigliato?Sì ma per coloro che hanno tempo per gustarselo con calma e amano certi contesti storici.

Alla prossima!

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com