Recensioni

“Imprinting love” Mariachiara Cabrini

5 gennaio 2011

Buoooooon giorno a tutti!!!

Quest’oggi vi parlo di un libro che mi ha sorpresa e mi ha emozionata.

E’ l’opera prima di una scrittrice italiana che è entrata a far parte della nostra pagina Books Passion, che ha un blog tutto suo e la troviamo anche sul social network Anobii.

Come dice il titolo, l’argomento trattato o per lo meglio l’argomento che da il la alla narrazione è l’imprinting.

Vi spiego subito cos’è ma lo spiega dandone la definizione,la stessa autrice all’inizio del libro.

Imprinting: in etologia e psicologia è la forma di apprendimento di base, che si verifica in un periodo della vita detto periodo critico quando si è predisposti biologicamente a quel tipo di apprendimento. I primi studi sull’imprinting vennero fatti da Konrad Lorenz su delle oche: egli studiò come esse subito dopo la nascita identificano la propria madre nel primo oggetto o persona in movimento che vedono.
(wikipedia)

Quindi in sostanza la protagonista di questo libro, Anna, dichiara di essersi innamorata di Marco sin dal primo giorno della sua nascita perchè è stata la seconda persona,dopo sua madre, a tenerla tra le braccia.

Marco aveva 5 anni. Da allora hanno vissuto l’infanzia e l’adolescenza sempre insieme…diventando amici inseparabili.
Questo almeno è quello che pensa Marco. Lui non sa che Anna è sempre stata catturata da un’irrefrenabile passione per lui. Ma Marco l’ha sempre considerata la sua migliore amica e Anna, pur di averlo accanto, si è dovuta accontentare di questo ruolo.

Ma Anna prima o poi dovrà venire allo scoperto, non può tenersi tutto dentro, deve far qualcosa per farsi notare, perchè lei anche nell’aspetto è sempre rimasta un po’ anonima. Questo è ciò che le sue colleghe la esortano a fare.

Ora io vorrei dirvi tantissimo,però non posso perchè tradirei il mio scopo: invogliarvi alla lettura senza svelarvi il finale.

Posso però affermare questo: è un libro che va bevuto tutto d’un fiato come se fossimo in pieno deserto, senza acqua da giorni e non vedessimo che miraggi di oasi fresche e dissetanti.
E’ un libro simpatico,spiritoso.
E’ un libro empatico. Io ho provato empatia nei confronti di Anna: soffrendo con lei,desiderando con lei,sperando per lei.
E’ un libro a tratti commuovente specie quando arriverete al litigio tra Anna e la propria madre.
E poi è scorrevole e anche il numero di pagine vi permette di terminarlo in poche ore.

Ha il lieto fine? Sta a voi scoprirlo!

Vi saluto con affetto e rivolgo i miei complimenti alla scrittrice invitandola a commentare se le va.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com