Recensioni

Una famiglia felice di Jean Hanff Korelitz

20 ottobre 2016

Buon pomeriggio cari lettori,

avete voglia di un Thriller psicologico? Di quelli che vi tengono incollati per ore e vi sbattono la verità in faccia dopo ogni capitolo? Bene, andate a comprare Una famiglia felice ed iniziatelo subito!

 

Pagine 492, prezzo eBook euro 9,99, cartonato con sovraccoperta euro 19,00. Piemme

Trama:

Grace Reinhart Sachs conduce una vita praticamente perfetta a Manhattan, dove fa la psicoterapeuta, abita in una bella casa e ha una splendida famiglia composta da Henry, il figlio dodicenne, e il marito Jonathan, oncologo pediatrico di fama. Non solo: è anche in procinto di pubblicare un libro di consigli per tutte quelle donne – come accade molto spesso alle sue pazienti – che si fidano troppo degli uomini. Non fidarti della prima impressione. Ascolta il tuo istinto anche quando ti dice cose che non vuoi sentire. È più facile annullare una festa di nozze che dieci anni di matrimonio.Frasi che ha ripetuto tante volte alle sue pazienti, senza mai pensare che, un giorno, sarebbero valse anche per lei.
Quel giorno arriva quando suo marito, improvvisamente, una sera non torna a casa da un convegno nel Midwest. Tentando di rintracciarlo, Grace scopre che si è lasciato dietro il BlackBerry e, soprattutto, che da settimane non si fa vivo in ospedale… Quando, nelle stesse drammatiche ore, la madre di un compagno di scuola di Henry viene trovata morta nel suo appartamento, vittima di un’aggressione, la paura di una verità terribile si fa strada dentro Grace. Forse è il momento di ascoltare quella voce fastidiosa che le sussurra all’orecchio cose che non vuole sapere.

Non so dirvi cosa mi abbia spinta a leggere questo libro, però ho notato che quasi inconsciamente, della casa editrice Piemme, scelgo sempre questo genere:thriller psicologico.

É successo con la ragazza del treno, poi con la ragazza nel parco e infine questo: Una famiglia felice.

Posso sicuramente dirvi che anche in questo caso la Piemme ha fatto centro e ci vedrei tranquillamente un bella trasposizione cinematografica con tanto di Sandra Bullock nei panni di Grace.

Il meccanismo che si innesca nel lettore sin dal momento in cui i sospetti dell’omicidio ricadono sul marito di Grace è quello di considerare la nostra psicoterapeuta cinica e spocchiosa perché dispensa pillole di saggezza con il suo libro e poi cade nella stessa rete. Invita i suoi pazienti a dare ascolto all’istinto, alle prime impressioni e alle inconsce avvisaglie per poi essere lei stessa a non cogliere i dettagli nel suo privato.

La verità su Jonathan verrà centellinata e comunicata a Grace (e a noi lettori) grazie a diverse figure che ruotavano intorno a lui. Seppur onnipresente nella storia, il personaggio maschile resterà sempre muto dando voce ai fatti e ai racconti e questo non permette mai a Grace di dare libero sfogo alla sua rabbia e alla sua frustrazione.

Mi piace molto Grace, per la sua personalità, il suo ruolo e il suo cambiamento.

Questo libro mostra il rovescio della medaglia, la forza distruttiva del pregiudizio ma anche la possibilità della redenzione.

Non sono riuscita mai a mollarlo un attimo e penso che terrà svegli anche voi!

Buone lettureeeeeeeeeee

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com